Immensamente Giulia. 

Il 24/06/15, alle ore 17:00, è stata presentata la Giulia e da quel momento non ho più sentito parlare d’ altro. 

Giulia, o mia cara, ti prego salvami tu“. Cantava così, qualche anno fa, Gianni Togni. E, in effetti, sembra averlo salvato…il Biscione.  Leggendo quest’ ultima frase molti mi prenderanno per pazzo; una macchina ancora in versione proto, può mai salvare le sorti di una casa automobilistica? Si, può. 

Facciamo il punto della situazione: sono due giorni che la mia bacheca di Facebook è letteralmente tappezzata di Giulie rosse. Anche in questo momento, mentre sto scrivendo, se provo a chiudere gli occhi…la vedo. Tutti, e sottolineo tutti, i gruppi e le pagine di Facebook parlano di lei, nel bene o nel male. 

C’è chi, al posto della Quadrifoglioverde, comprerebbe “Il GTR usato”, chi accusa i designer di aver copiato questa o quell’ altra macchina e chi esulta come se avesse vinto alla lotteria. Sta di fatto che si parla di Giulia. Giulia è riuscita a convertire gli infedeli; ho visto schiere di “vaggari” (per chi non li conoscesse, sono quelli che, la sera prima di andare a dormire, pregano davanti ad una foto di Piech) innamorarsi e urlare il proprio sentimento al popolo dei social. 

Ma, considerazioni personali e ironia a parte, bisogna ammettere che ha fatto il botto. Tornate con la mente a due settimane fa: a quali brand avreste paragonato l’ Alfa Romeo? Ecco, ora pensate a quali la paragonereste ora. Rispondete a questa domanda e capirete perché Giulia è riuscita a salvare Romeo

D. F. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...