Audi RS3 sedan concept

20140515-124403.jpg

Audi ha svelato la sua ultima creazione: la A3 clubsport concept quattro. Anche se il nome lascia pensare ad una versione particolare e limitata della A3 sedan, questa potrebbe essere, in linea generale, la futura RS3 berlina.
La vettura di base è la S3, ma vitaminizzata con un kit estetico più aggressivo. I parafanghi sono stati allargati e i paraurti resi più “minacciosi” grazie alle griglie e alle scritte “quattro”, sia sul frontale con sul posteriore. Non potevano mancare i 2 scarichi ovali posteriori, ormai un classico delle RS targate Audi.
Il propulsore adottato sarà quello già presentato sulla Golf R400 e sulla TTRS concept, un 2.0 sovralimentato da 400 cavalli, abbinato al cambio doppia frizione S-tronic e alla trazione integrale “quattro”.

20140515-124412.jpg

Nuova Megane RS trophy 275

20140514-211437.jpg

Renault ha presentato una nuova e più estrema della Megane RS.
Il motore è stato rivisto e ottimizzato per fornire 275 cavalli, il telaio è il “classico” cup, opzionale sulla versione base. Inoltre sono stati adottati altri accorgimenti per renderla più prestante, impianto di scarico specifico Akrapovic, ammortizzatori regolabili Ohlins e gomme Michelin pilot semi-slick.
A breve la Renault Sport ufficializzerà il tempo al Nurgburgring, ottenuto proprio con questa vettura. L’ obbiettivo è quello di riprendere lo scettro, per la trazione anteriore più veloce del circuito tedesco, rubatole pochi mesi fa dalla Leon Cupra R.
Questa Megane sarà disponibile da Giugno in 20 paesi nel mondo tra cui Francia, Germania e Malesia. Purtroppo, questa speciale versione della sportiva francese, non è prevista per il mercato italiano.
Il prezzo indicativo sarà di circa 38.000€.

Nuovo piano sviluppo Alfa Romeo.

20140507-154104.jpg

Ieri a Detroit si è tenuta la conferenza di FCA, ( Fiat Chrisler automobili), in cui Sergio Marchionne, ha presentato i nuovi business plan del gruppo. Naturalmente la notizia che più interessava agli appassionati era quella riguardante il futuro dell’ Alfa Romeo.
Herald Wester, a capo del marchio milanese, ha parlato del futuro e del passato di Alfa Romeo, spiegando come il gruppo FCA abbia intenzione di riportare il marchio ai fasti di un tempo. Wester ha parlato a lungo della storia del brand, ricordando il grande successo avuto nelle corse automobilistiche e la poca concretezza nelle vendite.
Herald ha sottolineato che le nuove vetture Alfa Romeo saranno caratterizzate dallo stile italiano, avranno un rapporto peso/potenza da riferimento per il segmento e adotteranno nuove soluzioni tecniche, tra cui lo sviluppo di pianali nuovi e l’ uso della trazione posteriore e integrale.
Il progetto è quello di innalzare il livello qualitativo di Alfa, per portarla a giocarsela con le vetture tedesche, che al momento fanno da riferimento.
Grande spazio è stato dato alla presentazione dei motori, che saranno realizzati in collaborazione con Maserati e Ferrari. Oltre ai propulsori diesel da 4 e 6 cilindri, che avranno potenze comprese tra i 200 e i 350 cavalli, la grande novità è rappresentata dai motori V6 che raggiungeranno potenze superiori a 500 cavalli.
Oltre alla comparsa di nuovi modelli, tra cui una spider, una berlina e un suv, la MiTo e la Giulietta saranno pensionate entro il 2018.
Personalmente trovo questo piano molto interessante, sopratutto per i nuovi motori ed il ritorno alla trazione posteriore. Sicuramente la collaborazione con Maserati e Ferrari non potrà che giovare a questo progetto.
Ora non resta altro da fare che attendere e sperare che il piano sia rispettato.

20140507-153822.jpg

20140507-153816.jpg

20140507-153754.jpg

Nuova Audi TT.

20140503-130550.jpg

A breve sarà messa sul mercato la nuova Audi TT. La coupé dei quattro anelli è arrivata, dopo 16 anni, alla sua terza generazione. Questa nuova coupé è estremamente innovativa e diversa dalle precedenti. Certamente, l’ aspetto esteriore è variato di poco, ma le vere innovazioni sono sotto la carrozzeria e sono sopratutto di carattere tecnologico.
L’ Audi ha deciso di fare della TT un “must”, mantenendo i tratti fondamentali e caratteristici della sua linea invariati, proprio come accade con vetture tipo Golf, Mini e Porsche 911.
La più grande novità tecnologica della TT è il cruscotto, il quadrante è completamente virtuale e inserito in un display HD da 1440 pixel. Lo stesso schermo fa anche da navigatore, così la plancia ha una linea molto meno appesantita e più minimale.
Audi non ha perso l’ occasione di sfruttare la tecnologia a LED per i gruppi ottici anteriori e posteriori, questa tecnologia permette di illuminare la strada, senza abbagliare i conducenti che provengono da direzioni opposte.
Naturalmente la TT è stata sviluppata sulla piattaforma MQB, quindi condivide alcune parti con la A3, nonostante e ciò sono state apportate delle modifiche per contenerne il peso. L’ ossatura del tetto, i montanti, i pannelli della carrozzeria e parte degli ammortizzatori sono in alluminio.
Questa dieta ha permesso di contenere il peso sotto i 1250kg, 50 in meno della versione precedente.
Per ora sono state presentate solo tre varianti, due a benzina e una a gasolio.
La TTS, la più potente delle 2 a benzina, sarà equipaggiata con un 2.0 TFSI da 310 cavalli abbinabile al cambio DSG.
Il prezzo, per la versione meno potente, dovrebbero aggirarsi intorno ai 40.000€.